Scheda

Bookmark and Share

Capitale: THIMPHU (capitale estiva) / PUNAKHA (capitale invernale)

Popolazione: Non si hanno dati precisi. La popolazione è per metà composta da bhutanesi (Bhotia), il 35% nepalesi e il 15% tibetani, indiani e birmani.

Superficie: 47.000 Km²

Fuso orario: +5h rispetto all'Italia, +4h quando in Italia vige l'ora legale.

Lingue: Lingua ufficiale è il Dzongkha che appartiene alla famiglia delle lingue tibetane. Al di fuori della capitale Thimphu, l'inglese è quasi sconosciuto.

Religione: Il Bhutan è l'unico Paese al mondo che professa la forma tantrica del buddhismo Mahayana (Drupa Kagyu; 75%) mentre il resto della popolazione professa l'induismo con influenze indiane e nepalesi (25%). Il buddhismo è la religione prevalente sin dal VII sec. ed ha profondamente influito su ogni aspetto della vita del Paese, tanto che il suo insegnamento è obbligatorio e ha luogo solo nei monasteri.

Moneta: Ngultrum (BTN ), che si divide in 100 Chhetrum. Il cambio è parificato a quello della rupia indiana (1 euro=64,36 ngultrun; 1 dollaro= 43,00 ngultrun circa, aggiornato al 09-2008).

Telefonia: Si possono fare telefonate internazionali da tutti i maggiori hotel anche se sono pochi quelli che hanno il telefono in camera per chiamate dirette .Le tariffe sono elevate e non è possibile telefonare con telefonata a carico del destinatario. Non c'è copertura per i cellulari. Il Prefisso dall'Italia è 00975 . La telefonia mobile è stata introdotta l'11 novembre 2003. La densità dei telefoni è del 15% nelle zone urbane e dell’1% nelle zone rurali.

Voltaggio: 230 volt; è conveniente portarsi dietro una torcia, date le frequenti interruzioni dell’eltettricità nella zona orientale e centrale del Paese.
Bandiera nazionale: è divisa diagonalmente in due triangoli uguali, giallo e arancione. La parte gialla è quella in alto e il colore richiama la sciarpa gialla indossata dal re (rappresenta la monarchia). La parte inferiore è invece quella arancione e il colore richiama la sciarpa arancione indossata dal Je Khenpo, il capo religioso del Paese (rappresenta quindi la religione buddista). Nel mezzo della bandiera è poi disegnato un drago, simbolo del Bhutan (chiamato, nei dialetti locali, Terra del Drago) che stringe tra gli artigli dei gioielli, simboli di benessere.

Inno nazionale:
Nel Regno di Druk (Terra del Drago), dove crescono i cipressi,
rifugio di gloriose tradizioni religiose e civili,
il Re di Druk, prezioso sovrano,
il suo essere è eterno, il suo regno prosperoso,
gli insegnamenti illuministi ivi prosperano e fioriscono,
possano le sue genti risplendere come il sole di pace e felicità.