Eventi e attrazioni

Bookmark and Share

Festività:
Tutte le festività bhutanesi si basano sul calendario buddista lunare e variano perciò di anno in anno. Sono per lo più eventi spirituali, attraverso cui guadagnarsi meriti per le vite successive ed esorcizzare gli spiriti maligni.
Le manifestazioni più famose e caratteristiche sono i “tsechu”, ovvero festival annuali dedicati al Guru Rinpoche, che offrono la possibilità di osservare danze in maschera e l’arte religiosa del Paese. Di solito essi hanno luogo in primavera o autunno, verso il 10 del mese, e durano in media tra tre e cinque  giorni. Per la popolazione bhutanese è molto importante poter assistere a queste danze mascherate, in modo da essere pronti, una volta morti, a riconoscere gli spiriti dell’altro mondo. La maggior parte delle danze risalgono a prima del Medioevo e possono parteciparvi attivamente solo i monaci e le persone anziane.
Tutte le province hanno i loro tsechu, svolti presso gli Dzongs e monasteri, ma i più belli sono quelli di Paro in primavera (inizio aprile) e di Thimphu in autunno (fine settembre). A Paro, l'ultimo giorno delle celebrazioni, che durano 5 giorni, si svolge la cerimonia dell'esposizione della Thangka Thongrol, di 400 anni, che viene trasportata fuori dallo dzong dai monaci e srotolata sulla parete di un tempio a tre piani. Il suo potere spirituale è tale che si ritiene che la sua semplice vista possa liberare coloro che la guardano dal ciclo delle successive reincarnazioni.
Altre due grandi feste sono i “dromchoes”, dedicati alle altre due più importanti divinità del Paese, ovvero Yeshe Gompo e Palden Lhamo.
I turisti sono ammessi ai tsechu negli Dzongs, ma non a quelli nei monasteri. Sono poi permesse le fotografie, sempre con discrezione però, durante gli tsechu, mentre sono vietate ai festival dromchoes.
 
Principali festività nazionali:
  • 2 gennaio: celebrato come il Primo giorno dell’ anno nell’ovest del Bhutan. 
  • 6 gennaio e 27 dicembre: incontro dei 9 demoni - in questo giorno si celebra la nascita di 9 demoni. Secondo la leggenda, Re Rahul (Tibet) sposò una donna demone dalla quale ebbe diversi figli: 5 femmine e un maschio; quest’ultimo e la sorella più grande si persero di vista, per poi rincontrarsi ed innamorarsi da grandi, dando così alla luce 9 demoni. 
  • 20 gennaio: giorno tradizionale delle offerte, soprattutto nell’est del Paese: si scambia per lo più cibo, al ritmo di musica e danza. 
  • 18- 19 febbraio: si celebra il nuovo anno (Losar). 
  • 21 febbraio: anniversario della nascita del quinto re. 
  • 2 maggio : anniversario della nascita del terzo re. 
  • 31 maggio: giorno di celebrazione del Bhudda. 
  • 2 giugno: anniversario dell’incoronazione del re. In questo giorno in i bimbi piantano alberi intorno alle loro scuole. 
  • 18 luglio: si celebra il primo sermone di Buddha. 
  • 4 agosto: anniversario della morte del terzo re. 
  • 24 settembre: giorno della pioggia benedetta - segna la fine dei monsoni e delle attività agricole dell’anno.
  • 21 ottobre: Nepali Hindu Festival, celebrato solo nel sud del Paese. Ricorda la vittoria di Durga sopra il demone Buffalo. 
  • 1 novembre: discesa sulla terra di Buddha. 
  • 11 -12- 13 novembre: anniversario della nascita del re. 
  • 17 dicembre: Festa nazionale - incoronazione del primo re del Bhutan nel 1907.